Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Soncino: sbatte la testa contro una lamina, 56enne in Rianimazione

L'incidente sul cantiere per la posa del metanodotto. L'impatto con la lamina di ferro ha fatto volare il caschetto salvavita, poi la caduta a terra

Gravissimo infortunio sul lavoro mercoledì mattina a Soncino, sul cantiere per lo scavo del nuovo metanodotto. Un operaio 56enne, P.M. di Brignano Gera d'Adda, ha sbattuto violentemente la testa contro una lamina di ferro ed è stato trasportato con l'elisoccorso all'ospedale Civile di Brescia.

L'incidente è avvenuto poco dopo le 11.30. L'uomo stava lavorando sulla macchina posatubi quando, dopo averla spenta, ha cercato di scendere dal posto di guida. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, sembra che abbia perso l'equilibrio posando un piede sui cingoli ricoperti di fango.


Durante la caduta a terra, ha sbattuto la testa contro una lamina di ferro, che gli ha fatto perdere il caschetto salvavita prima dell'impatto col terreno, avvenuto dopo un volo di circa due metri. I danni maggiori sono stati causati dal primo impatto, quello con il metallo. Il 56enne è ora ricoverato in prognosi riservata nel nosocomio cittadino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soncino: sbatte la testa contro una lamina, 56enne in Rianimazione

BresciaToday è in caricamento