Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Inesorabile calo delle nascite: chiude il reparto maternità

Dopo una iniziale smentita, l'ASST Franciacorta ha confermato lo smantellamento di sala parto e reparto maternità

Calano le nascite, chiudono i reparti maternità. La logica non fa una piega, eppure la decisione, confermata dalla direzione dell'ASST Franciacorta, fa discutere e innesca una raccolta-firme di protesta. L'ospedale di cui stiamo parlando è quello di Iseo, l'unico sulla sponda bresciana del Sebino, con un bacino potenziale di utenti di almeno 50-60mila persone. 

Il Comitato pro-ospedale, attivatosi già all'epoca della chiusura del reparto di oncologia, ha in programma di iniziare una raccolta-firme, che prenderà il via a fine luglio. Accanto a questa, i membri del Comitato hanno intenzione di sollecitare i sindaci della zona per sensibilizzarli sull'importanza di un reparto-nascite territoriale. 

A sostegno della battaglia, il Comitato dà i numeri del reparto maternità: da gennaio a metà febbraio, prima dello scoppio dell'emergenza-covid, nel nosocomio sono venuti alla luce 90 bambini. Perché dunque chiudere tutto e costringere le famiglie a spostarsi a Chiari? Il timore è quello che l'ospedale si trasformi in struttura di ricovero, destinata a riabilitazioni e malati sub-acuti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inesorabile calo delle nascite: chiude il reparto maternità

BresciaToday è in caricamento