Si aggirava con un pugnale davanti al tribunale: fermato

Un 58enne indiano, di religione Sikh, è stato portato in questura e denunciato per possesso d'arma bianca

Si aggirava, inquieto e senza un motivo apparente, davanti al tribunale di Brescia. Tanto da destare l'attenzione della pattuglia dell'esercito che, martedì 30 giugno, era in servizio nel piazzale del palazzo di giustizia. L'uomo, un 58enne indiano,  è stato fermato e sottoposto ai controlli previsti dai nuovo protocollo sulla sicurezza.  

Sotto la maglietta nascondeva un pugnale Kirpan. L’arma fa parte del rituale dei Sikh,  e secondo i dettami di tale religione tutti gli uomini sono obbligati  a portarlo. Ma, secondo la legge italiana non è possibile avere con sé lame potenzialmente pericolose che superino le misure consentite, senza un giustificato motivo. Così l’indiano è stato condotto in questura ed è indagato per possesso d’arma bianca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento