Dello, la 26enne indiana arsa dal marito ha riaperto gli occhi

Migliorano, seppur lentamente, le condizioni della 26enne di origine indiana bruciata a cui il marito diede fuoco come punizione per il suo abbigliamento “occidentale”.

Parvinder Kaur Aoulakh ha riaperto gli occhi e sta meglio, ma è ancora presto perché torni a parlare e possa incontrare il pm che si occupa dell’indagine. Proprio alla vigilia della manifestazione di sensibilizzazione sulla violenza contro le donne, dopo un mese di di coma farmacologico, ieri Parvinder ha mostrato segni di miglioramento che fanno ben sperare i medici del reparto Grandi ustionati dell’ospedale Gaslini di Genova dove è ricoverata.  

L’immigrata indiana residente a Dello, madre di due bimbi di 2 e 4 anni, è stata arsa viva dal marito perché indossava jeans e, più in generale, si comportava “come le occidentali”. Agib Singh, il compagno violento della 26enne, si trova in carcere dal 20 novembre con l’accusa di tentato omicidio. 

Con le positive notizie che arrivano da Genova, è in programma oggi pomeriggio, 12 dicembre, alle ore 16 in piazza a Dello una manifestazione organizzata dall’associazione religiosa Gurdwara Singh Sabha con il sostegno di Cgil, Cisl e Uil, Centro antiviolenza Casa delle donne Brescia, Tavolo asilo terzo settore, Ufficio impegno sociale Diocesi Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento