Precipita da 10 metri mentre lavora, si frattura ginocchia e caviglie

E' in prognosi riservata il giardiniere che martedì mattina è precipitato da quasi 10 metri di altezza, mentre stava potando alcuni alberi

Ha rischiato davvero di perdere la vita il giardiniere bresciano di 47 anni che martedì mattina è letteralmente precipitato da quasi 10 metri di altezza, mentre stava lavorando al complesso residenziale di Via Vittorio Trainini a Brescia.

Avrebbe perso l'equilibrio mentre stava potando alcune piante, sotto gli occhi attoniti del proprietario dell'abitazione (al terzo piano) per cui il 47enne stava lavorando. L'uomo avrebbe fatto di tutto per aggrapparsi e attutire l'impatto, riuscendo in parte ad “agganciarsi” a un ramo.

E' caduto quasi in piedi, procurandosi fratture alle ginocchia e alle caviglia, oltre a varie contusioni e pure una costola incrinata. Non è in pericolo di vita, per fortuna: nonostante il volo di quasi 10 metri il giardiniere (dipendente della ditta Zubani) è precipitato sull'erba alta, che quindi ha ridotto la violenza dell'impatto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' stato accompagnato in codice rosso al Civile da un'ambulanza della Croce Bianca: l'allarme è stato lanciato poco prima delle 10.30 del mattino. Le sue condizioni sono gravi: è ancora ricoverato in prognosi riservata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus: morto cassiere di 57 anni, supermercato chiuso per lutto

  • "Nella mia Brescia tragedia di proporzioni devastanti: i nonni non ci sono più"

Torna su
BresciaToday è in caricamento