rotate-mobile
Incidenti stradali

Lite al semaforo: auto sperona una moto, biker muore sul colpo

Morto sul colpo dopo lo schianto

Una banale lite al semaforo che si tramuta in tragedia: è successo nella tarda mattinata di domenica a Montello, nella Bergamasca, all'altezza dello stop semaforico di Via Papa Giovanni. E' qui che poco dopo le 12.30 una Fiat Panda, guidata da un 49enne residente in paese, avrebbe investito e ucciso (per le conseguenze dell'impatto) il 55enne Walter Angelo Monguzzi, agente di commercio residente a Osio Sotto. Il conducente della Panda non si sarebbe fermato dopo l'incidente, ma è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri poche ore più tardi: sarebbe accusato di omicidio volontario e omissione di soccorso.

La dinamica

Secondo quanto ricostruito dai militari - intervenuti con gazzelle da Bergamo, Calcinate e Trescore Balneario - tra il 49enne in auto e Monguzzi, in sella a una moto, ci sarebbe stato un litigio al semaforo per probabili "motivi stradali". Testimoni riferiscono che al momento di ripartire l'uomo alla guida della Panda avrebbe volontariamente travolto la moto di Monguzzi: quest'ultimo è stato sbalzato dalla sella e si è schiantato con un'altra vettura in movimento, una Bmw.

Morto sul colpo

Impatto violentissimo e purtroppo fatale: è stato soccorso dai sanitari dell'automedica e dell'ambulanza della Croce Rossa, è stato rianimato a lungo ma senza successo, morto sul colpo dopo l'incidente. Il 49enne in fuga, come detto, è stato poi rintracciato dai carabinieri. Per lui accuse pesantissime: al vaglio degli inquirenti anche le immagini delle telecamere del semaforo, che saranno decisive per ricostruire i dettagli della vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite al semaforo: auto sperona una moto, biker muore sul colpo

BresciaToday è in caricamento