Pirata della strada in fuga dal maxi incidente, poi si presenta dai carabinieri

Ha cambiato idea il pirata della strada che mercoledì mattina è fuggito da Nozza di Vestone dopo aver provocato un brutto incidente: ora è stato denunciato per omissione di soccorso

Foto d’archivio

Ha cambiato idea, si è costituito appena in tempo: ha fatto bene, anche perché gli agenti della Polizia Locale della Valsabbia erano già alle sue calcagna, dopo averlo individuato grazie alle telecamere di videosorveglianza. Lui è arrivato qualche attimo prima: si è presentato di sua spontanea volonta alla caserma dei Carabinieri di Sabbio Chiese.

Adesso ha un volto e un nome il “pirata della strada” che mercoledì mattina avrebbe provocato il triplice incidente di Nozza di Vestone, lungo la Ss237 del Caffaro: a bordo della sua Fiat Panda avrebbe inchiodato all'improvviso, per svoltare, costringendo un Renault Kangoo alle sue spalle a un'altrettanto improvvisa sterzata.

L'auto è finita nella corsia opposta di marcia, proprio mentre stava transitando un furgone Nissan: impatto inevitabile, così come è stato inevitabile il terzo schianto di giornata, un'altra Fiat Panda che a sua volta aveva tamponato il Kangoo.

Il conducente della prima Panda, invece che fermarsi, aveva approfittato del caos per allontanarsi e far perdere le sue tracce. Tracce che però erano già state individuate dagli agenti della Locale, quando lui però ha deciso di costituirsi: ora è stato denunciato per omissione di soccorso, sebbene abbia sostenuto di non essersi accorto di nulla sul momento, ma solo più tardi quando la notizia ha iniziato a circolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Terribile schianto sulla Statale: Paolo non ce l'ha fatta, è morto in ospedale

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento