Incidenti stradali

Incidente a Verolanuova: negative le analisi tossicologiche

Nessuna traccia di stupefacenti: il giovane Bogdan Vasilache non aveva bevuto e nemmeno assunto droghe. L'alta velocità la causa più verosimile, ma si indaga sul guasto meccanico o un possibile colpo di sonno

Il giovane Bogdan Vasilache non aveva bevuto, come appurato dall'esame dei campioni ematici, né aveva assunto droghe. Le analisi tossicologiche, infatti, dissolvono anche l'ultima ombra che ancora gravava sull'incidente di Verolanuova.

L'alta velocità della Golf guidata dal ragazzo resta l'indiziata principale per quel tragico schianto costato la vita a tre giovanissimi, ma le indagini coordinate dal pm Roberta Amade - e condotte dai carabinieri della compagnia di Verolanuova - adesso si stanno concentrando anche sull'ipotesi di un guasto meccanico.

Il pm sta inoltre cercando di ricostruire le ultime ore di vita del 19enne romeno. Sembra infatti che abbia trascorso molto tempo lontano da casa e - per gli inquirenti - appare quindi del tutto verosimile la possibilità di un'improvviso sbandamento dovuto a un colpo di sonno.


Quel che sembra certo, finora, è che sia stato proprio il ragazzo ad invadere la corsia sui cui viaggiava l'Audi A6 guidata dal padre dei fratellini morti, Dorino Facchinelli, che non ha potuto fare nulla per evitare l'impatto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a Verolanuova: negative le analisi tossicologiche

BresciaToday è in caricamento