Travolse e uccise un giovane motociclista, automobilista condannato a 8 mesi di reclusione

È stato condannato per omicidio stradale Marcello Guardini: due anni fa il 69enne travolse, uscendo da uno stop, la moto su cui viaggiava Stefano Ferrari. Per il 35enne di Calvisano non ci fu nulla da fare

Stefano Ferrari, vittima del drammatico schianto

A due anni dalla tragedia, la pesante condanna. Marcello Guardini, il 69enne che era al volante dell'auto che travolse e uccise il 35enne Stefano Ferrari, dovrà scontare 8 mesi di reclusione per omicidio stradale. La sentenza, come riportato dalla Gazzetta di Mantova, è arrivata giovedì mattina e porta la firma del giudice Gilberto Casari.

Il drammatico incidente nell'ottobre del 2016 a Monzambano: Stefano era appena uscito dal lavoro, stava tornando a casa in sella alla sua moto, una Morini Corsaro 1200. Attorno alle 17 lo schianto, purtroppo fatale, con la Opel Frontera guidata dal 69enne, uscito illeso dall'incidente. Per il 35enne di Mezzane di Calvisano non fu nulla da fare: morì sul colpo. Secondo quanto ricostruito da carabinieri il 69enne uscì da uno stop, senza dare la precedenza. 

Una tragedia che scosse numerose comunità: Stefano era molto conosciuto nel Bresciano e nel Mantovano, avendo militato in numerose squadre di calcio. Ha vestito le maglie del Calvina, della Remedellese, del Casalmoro, dell’Acquafredda e infine della Medolese. Da 10 anni almeno lavorava nel Mantovano, come tecnico Enel.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vomita sangue in classe, muore dopo essere stato dimesso: 5 medici a processo

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento