menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un inferno di lamiere: 5 feriti, tre gravissimi. Bimbo in arresto cardiaco

Domenica da incubo sulla SS45bis tra Gavardo e Prevalle intorno alle 16 di domenica pomeriggio: cinque le vetture coinvolte, cinque feriti di cui tre gravissimi, tra di loro anche un bambino di 9 anni in arresto cardiaco, rianimato sul posto

Un inferno di lamiere per una domenica da incubo: cinque feriti di cui tre gravissimi, tra di loro anche un bimbo di soli 9 anni, accompagnato in ospedale in elicottero e in condizioni disperate. E’ successo sulla SS 45bis, la ‘maledetta’ Gardesana teatro dell’ennesimo incidente stradale, questa volta tra Gavardo e Prevalle intorno alle 16.

Ben cinque le vetture coinvolte: una Renault Megane – che avrebbe provocato l’incidente – guidata da un uomo classe 1971 e originario di Vercelli, con lui la moglie – nata a Milano, classe 1977 – e il bambino, del 2006. Avrebbe perso il controllo dell’auto forse a causa di un colpo di sonno, ma non si esclude l’ipotesi del malore.

Avrebbe tagliato dritto la curva al chilometro 62, in direzione Brescia, fino a colpire in pieno una Volvo station wagon che viaggiava in direzione opposta, verso Salò. A bordo dell’auto un uomo e una donna residenti a Castiglione delle Stiviere. Uno schianto terribile, un impatto frontale di cui restano soltanto le carcasse delle auto, completamente distrutte.

Nella carambola sono rimaste coinvolte, per fortuna senza conseguenze, anche una Fiat Panda, una Toyota Aigo, una Smart. Sul posto cinque ambulanze, un’automedica e l’elicottero, che ha trasportato d’urgenza il bimbo di 9 anni. Si sarebbe accasciato a terra in arresto cardiaco, e rianimato più volte prima di essere stabilizzato.

Anche mamma e papà sono gravi al Civile, con loro in ospedale anche il conducente della Volvo. La donna che era con lui è invece ricoverata a Gavardo. Il traffico è rimasto bloccato per quasi tre ore, in entrambi i sensi di marcia: sul posto, per i rilievi, pattuglie della Polizia Stradale di Desenzano e Salò. Poi i Vigili del Fuoco, per liberare i feriti dalle lamiere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento