Lunedì, 14 Giugno 2021
Incidenti stradali

Tragedia sulla Statale 42, un morto e due feriti gravi: chi era la vittima

L'incidente sabato pomeriggio lungo la Ss42, in territorio di Esine: a perdere la vita il 47enne Lorenzo Furgeri, di Parre (in Val Seriana). Gravi anche la moglie Rosanna e l'amico Pasquale

Il bilancio è quello di una tragedia sulla strada: un morto e due feriti gravi, ancora ricoverati in ospedale in prognosi riservata. La vittima del terribile schianto si chiamava Lorenzo Furgeri, 47 anni di Parre, provincia di Bergamo: insieme a lui sulla moto la moglie Rosanna Zanotti, 48 anni, in gravi condizioni anche l'amico che viaggiava con loro, su un altro mezzo, Pasquale Epifani di 59 anni, di Clusone.

Una gita nemmeno troppo fuori porta, un sabato pomeriggio che poteva essere come tanti altri: al chilometro 80 della Ss42, in territorio di Esine. Qui si è consumata la tragedia: verso le 14.30, a quanto pare per una sbandata dei tre mezzi coinvolti, le due moto si sono schiantate in rapida sequenza, una dopo l'altra, con una Peugeot 2008 guidata da un 62enne di Rovetta, provincia di Bergamo.

Un impatto violentissimo: Lorenzo Furgeri è stato sbalzato oltre il guard-rail, precipitando per qualche metro nella scarpata. Morto sul colpo: per lui purtroppo non c'è stato più niente da fare. Anche la moglie Rosanna Zanotti è caduta rovinosamente dalla sella, sull'asfalto: le sue condizioni sono ancora gravi, molto conosciuta in paese – anche lei è di Parre – perché direttrice dell'asilo.

E' grave ma non in pericolo di vita anche l'amico che era con loro, in sella a una Kawasaki: Zanotti è ricoverata alla Poliambulanza, Epifani al Civile. Prognosi riservata per entrambi. Furgeri e Zanotti erano a bordo di una Honda FZ8: non era la prima volta che condividevano la passione della moto, il fine settimana per loro era un appuntamento da non perdere. Ma questa volta è andata male, sulla Statale 42.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sulla Statale 42, un morto e due feriti gravi: chi era la vittima

BresciaToday è in caricamento