Auto sbanda e vola in un fosso: tragedia sfiorata, 5 feriti in ospedale

L'incidente poco prima delle 21 di domenica sera, tra Barghe e Vestone sulla ss237: due le vetture coinvolte, cinque i feriti medicati in ospedale. Sulla dinamica indaga la Polstrada

Una sbandata improvvisa ma che avrebbe potuto provocare una strage: solo i riflessi del conducente alla guida dell'auto “colpita” hanno probabilmente impedito che potesse capitare di peggio. Incidente da paura domenica sera tra Barghe e Vestone, sulla ss237 del Caffaro: solo due le vetture coinvolte ma ben cinque le persone ricoverate in ospedale.

Niente di grave, per fortuna: il codice di ricovero è giallo e verde, in ospedale solo per accertamenti. Quattro i feriti a bordo di una Jeep Renegade: tra di loro anche una donna incinta di 36 anni. Solo qualche graffio: anche il bimbo che porta in grembo sta bene.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla guida dell'auto un 68enne, sui sedili dei passeggeri anche un uomo di 74 anni e una donna di 69. Si sarebbero trovati improvvisamente di fronte un piccolo monovolume Hyundai, che viaggiava in direzione opposta: l'uomo alla guida (un 54enne) ha sbandato, non si sa ancora per quale motivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Tragedia in azienda: operaio bresciano si toglie la vita

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento