Incidenti stradali

Aiuta un ragazzo vittima di un incidente, viene travolto da un'auto pirata

La storia di Emanuele Barosselli di Costa Volpino: insieme alla compagna Paola stava aiutando un ragazzo vittima di un incidente

Mentre prestava soccorso ad un giovane ferito, insieme alla compagna Paola Cadei (che fa il medico) e a un volontario della Croce Rossa, ha rischiato di essere travolto da un pirata della strada. Un Fiat Doblò arrivato dal buio a gran velocità, che ha quasi colpito le auto ferme in mezzo alla strada, e nell'evitarle ha invece preso (per fortuna solo in parte) il 35enne Emanuele Barosselli.

Che ha voluto così raccontare la sua storia: “Vorrei solo non proseguire nella mia vita con il pensiero che quando si fa del bene soccorrendo una persona si possa rischiare la vita e comunque pagarne le spese. Per rimettermi in sesto ci vorrà tempo e denaro: sono spese che l'assicurazione della macchina che mi ha investito potrebbe coprire. Faccio un appello al guidatore, o a chiunque sappia qualche cosa”.

Tutto è successo a Camignone di Passirano, sabato notte verso le 3: Emanuele e Paola stavano tornando verso casa, a Costa Volpino, quando hanno visto una macchina ribaltata sulla Sp510. “Ci siamo fermati per prestare soccorso a un ragazzino che aveva appena fatto un brutto testacoda con la sua macchina. Il mezzo era distrutto e bloccato in mezzo alle due corsie di transito”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aiuta un ragazzo vittima di un incidente, viene travolto da un'auto pirata

BresciaToday è in caricamento