Mercoledì, 19 Maggio 2021
Incidenti stradali

Tre morti e un ferito gravissimo: a processo per omicidio colposo

Udienza fissata il prossimo 23 marzo: accusa di triplice omicidio colposo per l'autista bresciano – abita a Ghedi – Marco Turrini, il 33enne che nel 2012 provocò con il suo camion il terribile incidente tra Suzzara e Pegognaga

Sono passati ormai tre anni e mezzo da quel giorno terribile: tre morti e un ferito gravissimo. Vennero travolti da un camion impazzito: l'autista raccontò di aver perso il controllo del mezzo per colpa dei freni difettosi. Tra pochi mesi – il 23 marzo 2016 – sarà processato per triplice omicidio colposo.

A guidare quel camion c'era Marco Turrini, bresciano di Ghedi che oggi ha 33 anni. Il terribile incidente andò in scena sulla Provinciale 49, tra Suzzara e Pegognaga, in provincia di Mantova frazione Brusatasso. Come detto, tre le vittime: tutte di Felonica Po, marito, moglie e un amico.

Emma Andreasi aveva 80 anni, il marito Antonio Baraldini 86, Giorgio Papi invece 60. Nell'impatto venne coinvolta anche una terza vettura: a bordo un ragazzo all'epoca 23enne, Andrea Luppi di San Benedetto. Venne ricoverato in Rianimazione, alla fine se l'è cavata.

Sarà lui l'unico testimone al processo di marzo. Venne colpito in pieno volto dalla marmitta incandescente della Ford Escort che lo precedeva: salvo per miracolo. Racconterà la sua storia: l'autista del camion, il bresciano Turrini, raccontava di aver avuto un problema ai freni.


Era appena stato in officina: come riportato dalla Gazzetta di Mantova, il suo avvocato sostiene che i fu colpa dei meccanici, si dimenticarono di attaccare lo spinotto dei freni al rimorchio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre morti e un ferito gravissimo: a processo per omicidio colposo

BresciaToday è in caricamento