menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il furgone su cui viaggiava Rakhita Sadu

Il furgone su cui viaggiava Rakhita Sadu

Furgone sbanda, poi il terribile schianto contro il muro: morto operaio

Non ce l'ha fatta il 52enne Rakhita Sadu di Edolo: morto a Sonico, sulla Ss42, dopo lo schianto di lunedì sera. Indaga la Polizia Stradale, che non esclude l'autopsia

Una decina di morti in meno di mezzo secolo: è questo il bilancio da bollettino di guerra delle curve chiamate “Rate de mul”, lungo la Statale 42 del Tonale in territorio di Sonico. L'ultima vittima, purtroppo, solo poche ore fa: il 52enne Rakhita Sadu, residente a Edolo, finito fuori strada a bordo del suo furgone Citroen, forse per un malore, non prima di aver toccato la fiancata di una Fiat 500 che viaggiava in direzione opposta. La sua folle carambola si è conclusa contro il muro di roccia che sta dalla parte opposta: è stato rianimato a lungo, ma senza successo. Il suo cuore ha smesso definitivamente di battere prima ancora di essere caricato sull'elisoccorso.

La dinamica

Tutto è successo intorno alle 19 di lunedì sera. Il 52enne stava risalendo sulla Statale, a bordo di una Citroen Berlingo, quando improvvisamente ha sbandato e invaso la corsia opposta. In quel momento stava transitando la Fiat 500 guidata da un ragazzo di 26 anni, che è riuscito a sterzare appena in tempo evitando un impatto ben peggiore.

Il furgone però non si è fermato: ha proseguito la sua corsa attraversando tutta la carreggiata, fino a schiantarsi contro la montagna. Un impatto violentissimo: la forza dell'urto ha letteralmente scardinato anche il  motore dal cofano, mentre il furgone è andato completamente distrutto.

Rianimato a lungo

Sono stati alcuni automobilisti di passaggio, che hanno assistito alla scena, ad allertare il 112. La centrale operativa ha inviato sul posto ambulanza e automedica, che hanno provveduto alle prime e complicate operazioni di rianimazione. Dal Civile di Brescia intanto è stato fatto decollare l'elicottero.

Una volta rianimato, Sadu è stato trasferito d'urgenza in ambulanza fino alla piazzola dove era atterrato l'elisoccorso. Il tempo di qualche ulteriore accertamento medico e il 52enne era già morto. La salma è stata ricomposta e adesso riposa all'ospedale di Edolo. I rilievi sono stati affidati alla Polizia Stradale: al momento non si esclude l'ipotesi del malore improvviso. Nelle prossime ore la decisione della magistratura sull'eventualità che venga effettuata l'autopsia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento