Giovedì, 24 Giugno 2021
Incidenti stradali

Auto si infila sotto un tir, abitacolo sventrato: Riccardo è morto sul colpo

Il triste destino di Riccardo Longhi, 45 anni: morto sul colpo in autostrada

Ancora sangue sulle strade, ancora una vittima bresciana: il 45enne Riccardo Longhi, residente a Barbariga, è morto sul colpo mercoledì mattina mentre percorreva l'autostrada A21, in territorio di Piacenza. A bordo della sua Volkswagen Golf avrebbe centrato in pieno un Tir che aveva davanti a sé, fermo: la vettura si è infilata sotto il rimorchio ed è andata completamente distrutta, ridotta a un groviglio di lamiere. E per Riccardo non c'è stato niente da fare. 

Il dramma tra le 10 e le 10.30

Tutto è successo tra le 10 e le 10.30, in direzione Brescia: sull'autostrada c'erano ancora code e rallentamenti, per smaltire i residui di un incidente avvenuto un paio d'ore prima. Per chissà quale motivo Longhi non si sarebbe accorto del camion davanti, quasi fermo: non ha frenato e l'ha centrato in pieno. Nell'impatto è rimasto coinvolto anche un furgone della polizia, con due feriti lievi. Illeso il conducente del camion.

Lascia i genitori e la sorella

I rilievi sono in corso, affidati agli agenti della Polstrada di Cremona. Al momento non si esclude nessuna ipotesi, dal malore alla distrazione. La salma è a disposizione della magistratura per tutti gli approfondimenti del caso. Riccardo Longhi era geometra e lavorava alla Wood Beton di Iseo. Tutta la sua famiglia abitava a Barbariga, dov'era molto conosciuto: i genitori Rosanna e Battista, la sorella Sonia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto si infila sotto un tir, abitacolo sventrato: Riccardo è morto sul colpo

BresciaToday è in caricamento