rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Incidenti stradali Lavenone

Schianto con la moto, morto sul colpo: era appena andato in pensione

Il dramma si è consumato sulla Statale

Un'altra giornata di sangue sulle strade bresciane: due le vittime in poco più di un'ora. La prima intorno alle 18 a Campagna di Lonato: a seguito dello schianto con un camion il 32enne Teli Mustalfeter è morto sul colpo mentre stava tornando al lavoro. Stesso destino anche per Lorenzo Vaglia, 64 anni di Idro, la seconda vittima: ha perso la vita intorno alle 19.30 sulla Strada statale 237 del Caffaro a Lavenone, in quel tratto nota anche come Via Nazionale.

La dinamica dell'accaduto è al vaglio dei carabinieri di Idro, a cui spettano i rilievi. Lorenzo Vaglia, da tutti conosciuto come Renzo, stava percorrendo la Statale in direzione Idro in sella alla sua moto Ktm 1190 R, quando in località Romanese (di fronte all'azienda Frascio) si sarebbe trovato di fronte una vettura in uscita da una stradina laterale.

Sbalzato a diversi metri sull'asfalto

Si trattava di una Fiat Sedici, guidata da un uomo di 80 anni residente in zona: Vaglia non avrebbe potuto fare niente per evitare l'auto, su cui si è schiantato e per cui è stato sbalzato a diversi metri di distanza, dopo una caduta rovinosa (e purtroppo fatale) sull'asfalto. Sotto shock ma illeso il conducente dell'utilitaria.

A nulla sono valsi i disperati tentativi di salvare la vita a Vaglia: all'arrivo dei sanitari era già morto. Sul posto l'automedica, un'ambulanza dei volontari di Vestone, l'elisoccorso decollato da Brescia, i Vigili del Fuoco: la strada è rimasta chiusa a singhiozzo per più di due ore, così da consentire lo svolgersi delle delicate operazioni. Renzo Vaglia era molto conosciuto in Valsabbia, a Idro e non solo: noto e stimato ingegnere, era appena andato in pensione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto con la moto, morto sul colpo: era appena andato in pensione

BresciaToday è in caricamento