Incidenti stradali

Terribile incidente, muore tra le fiamme: era il padre di due giovani figli

I due camionisti sono morti carbonizzati

Sono morti carbonizzati nelle loro cabine i due camionisti che hanno perso la vita martedì mattina sull'autostrada A1, nel tratto tra Piacenza e Fiorenzuola: a scatenare il rogo il tamponamento tra due mezzi pesanti e una vettura, che ha fatto divampare la fiamme (alte più di 10 metri, visibili a centinaia di metri di distanza) a seguito dell'esplosione di un camion-cisterna carico di Gpl. Così hanno perso la vita il 50enne Donato Belli di Pisogne e il 60enne Sergio Ceciliani di Delebio, provincia di Sondrio. Sono riuscite a salvarsi, invece, le due turiste tedesche a bordo della vettura coinvolta anch'essa nel drammatico incidente.

Un doppio e mortale infortunio sul lavoro

Di fatto è un doppio e mortale infortunio sul lavoro. Belli era partito all'alba dal lago d'Iseo, abitava a Pisogne, nella frazione Pieve: era il titolare della ditta di autotrasporti che portava il suo nome e a cui aveva dedicato la sua vita lavorativa. Non è più tornato a casa, purtroppo: divorato dalle fiamme in autostrada. La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria, ma a breve dovrebbe essere riconsegnata alla famiglia. 

Il dolore dei familiari: la compagna, i figli, genitori e fratelli

Sono ancora in corso accertamenti da parte della Polizia Stradale per ricostruire la dinamica dell'accaduto. Come da prassi, in casi come questi, potrebbe essere aperta un'inchiesta per omicidio stradale. A casa sono in tanti ad aspettare Donato Belli, per salutarlo almeno un'ultima volta: la compagna Elena, i giovani figli Cristian e Melissa, i genitori Clara e Bortolo (detto Nino), i fratelli Ivano e Silvano. Tantissimi i messaggi di cordoglio, anche sui social: “Riposate in pace Donato e Sergio, per sempre inarrestabili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terribile incidente, muore tra le fiamme: era il padre di due giovani figli

BresciaToday è in caricamento