Punto contro muretto: è morto il 46enne alla guida

Dopo 12 ore di agonia il cuore di Pietro Luigi Cortellazzi ha cessato di battere. Nella notte tra venerdì e sabato l’incidente che gli è costato la vita.

Un colpo di sonno. Questa la più probabile delle cause che ha portato allo schianto dell’auto di Pietro Luigi Cortellazzi, 46enne di Erbusco. Nella notte tra venerdì e sabato Pietro Luigi stava viaggiando tra Zocco ed Erbusco, in via Costa, quando, nell’affrontare una curva, la sua Fiat Punto ha invaso l’altra corsia ed è uscita di strada schiantandosi contro un muretto. Sull'asfalto nessun segno di freanata.

Erano le 4:45. Un automobilista di passaggio ha lanciato l’allarme e quando i sanitari sono giunti sul posto le condizioni del ferito erano già critiche. Trasportato d’urgenza all’ospedale Poliambulanza di Brescia, Pietro Luigi ha combattuto tra la vita e la morte fino a metà pomeriggio quando i medici hanno dichiarato la morte, dando il via all’espianto degli organi. 

Pietro Luigi lavorava come giardiniere ed era militante del Movimento 5 Stelle. Non era sposato, lascia la sorella Maria e i fratelli Egidio e Luciano; un’altra sorella alcuni anni fa è morta in un incidente di motorino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento