Incidenti stradali

Inseguimento sul Garda: scappa dai Carabinieri, provoca un frontale

I militari della stazione di Peschiera hanno notato una Fiat Stilo sospetta che si aggirava in una zona residenziale. Quando al veicolo è stato chiesto di fermarsi, il conducente ha invece accelerato per scappare

A conclusione di un folle inseguimento sul lago di Garda, i Carabinieri del Radiomobile di Peschiera hanno denunciato per resistenza a pubblico ufficiale una coppia di nomadi.

Attorno alle 22 di sabato, proprio a Peschiera i militari hanno intimato l’alt a una Fiat Stilo che si aggirava con fare sospetto in una zona residenziale, vigilata attentamente a causa di alcuni furti in appartamento avvenuti nelle ultime settimane.

Alla vista della pattuglia, l’auto si è data alla fuga ma è stata inseguita dai militari fino a Castelnuovo, dove nel frattempo erano intervenute altre ‘gazzelle’ per dare manforte. In via Milano, vista bloccata la via di fuga, il conducente della Stilo ha effettuato una manovra azzardata, finendo per schiantarsi frontalmente contro un'Audi con a bordo una coppia.

A seguito dell’impatto, l'automobilista fuggiasco, un 18enne pregiudicato del campo nomadi di “Strada La Rizza” a Verona, si è fratturato il femore ed è stato ricoverato in ospedale, mentre la sua compagna 17enne ha riportato la distrazione del rachide cervicale, così come le due persone a bordo dell’Audi. Tutti e tre i feriti sono stati poi medicati e dimessi con cinque giorni di prognosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento sul Garda: scappa dai Carabinieri, provoca un frontale

BresciaToday è in caricamento