menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pasquale Bresciani (foto in basso a destra)

Pasquale Bresciani (foto in basso a destra)

Si accascia sul volante dell'auto, poi lo schianto: muore sotto gli occhi della moglie

Per Pasquale Bresciani, 80enne di Lumezzane, non c'è stato più nulla da fare: inutili i tentativi di rianimarlo, prima della moglie poi dei sanitari del 118

Si è sentito male mentre era in auto con la moglie, lunedì nel primo pomeriggio: si sarebbe accasciato sul volante, privo di sensi, prima di schiantarsi contro una colonnina spartitraffico. Un malore improvviso, che non gli ha lasciato scampo: inutili i disperati tentativi di far ripartire il suo cuore. 
Potrebbe essere stato un infarto ad ucciderlo: Pasquale Bresciani aveva 80 anni e non soffriva di particolari problemi di salute. 

Psquale BrescianiUna tragedia del tutto inaspettata

Il pensionato di Lumezzane stava bene, era in salute, tanto che il giorno prima del terribile incidente si era dato da fare, assieme ad altri volontari, per aggiustare il porfido del sagrato della parrocchia, danneggiato da ignoti vandali. 
Lunedì stava percorrendo via San Filippo Neri, a Lumezzane, quando, attorno alle 15,  si è sentito male. La sua Fiat Punto grigia ha sbandato, è uscita di strada e poi si è schiantata contro una colonnina spartitraffico. L'impatto non è stato violento, tanto che la moglie Laura, che era seduta accanto a lui, è rimasta illesa. È stata proprio lei a prestargli i primi soccorsi, cercando disperatamente di far ripartire il suo cuore.

La corsa in ospedale 

Sul posto anche due ambulanze e un'automedica: i sanitari hanno provato a salvarlo, ma il suo cuore ha smesso per sempre di battere nella corsa verso l'ospedale di Gardone Val Trompia. In paese lo conoscevano in molti: faceva parte dell'associazione Amici di San Bernardo e del neonato coro del Colle: proprio poche ore dopo il drammatico incidente avrebbe dovuto prendere parte alla prima riunione del gruppo canoro.

I funerali

Tante le persone che in queste ore si sono strette attorno ai familiari del pensionato, che oltre alla moglie Laura lascia il figlio Marco, le figlie Loretta e Simona e gli adorati nipoti. L'ultimo saluto mercoledì, alle ore 15.30, nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista alla Pieve.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento