rotate-mobile
Incidenti stradali Nuvolera / Via Gavardina

Abbatte con l’auto un palo del telefono, poi fugge: era ubriaco

Rintracciato in breve tempo dai militari: nel sangue alcol tre volte oltre il limite

Stava probabilmente rincasando, quando ha perso il controllo della sua auto che è uscita di strada e ha abbattuto un palo del telefono. Per l’uomo al volante nessuna conseguenza e danni contenuti anche per la macchina, a quanto pare, che dopo avere divelto il traliccio è ripartita consentendo all’automobilista di tirare dritto e raggiungere la sua abitazione. A patire le conseguenze dello schianto avvenuto, nella notte tra mercoledì 19 e giovedì 20 aprile, in via Gavardina a Nuvolera, sono stati i residenti della zona, privati per ore della linea telefonica.

A lanciare l’allarme sono stati i vigili del fuoco e sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri della stazione di Nuvolento: le indagini sono scattate immediatamente. Grazie ai pezzi di carrozzeria rimasti sull’asfalto, i militari hanno identificato il modello dell’auto, mentre le immagini delle telecamere di sorveglianza del paese hanno permesso loro di risalire alla targa e poi al proprietario del veicolo.

Il cerchio si è chiuso in poco tempo: sotto casa dell’uomo, un operaio di 46 anni, c’era infatti la macchina danneggiata. Il 46enne è stato portato in caserma e sottoposto agli accertamenti del caso, e per lui sono cominciati i guai. Risultato positivo all’etilometro, aveva un tasso alcolico tre volte superiore al consentito. Alla denuncia per danneggiamento delle infrastrutture pubbliche si è quindi aggiunta quella per guida in stato di ebbrezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbatte con l’auto un palo del telefono, poi fugge: era ubriaco

BresciaToday è in caricamento