Incidenti stradali

Una brusca frenata, poi la carambola: caccia al pirata della strada

Potrebbe essere accusato di omissione di soccorso il conducente della Fiat Panda che mercoledì avrebbe scatenato la paurosa carambola a Nozza di Vestone, lungo la Ss237 del Caffaro

Foto d’archivio

Una carambola impazzita all'incrocio della Statale 237, mercoledì mattina poco più tardi delle 11: almeno quattro le vetture coinvolte, di cui una ancora in fuga, e tre feriti che sono stati accompagnati in ospedale, per fortuna niente di grave e solo per accertamenti. Sulla dinamica dell'incidente indaga la Polizia Locale.

Lo schianto in territorio di Nozza di Vestone: pare che una Fiat Panda abbia inchiodato all'improvviso, constringendo l'auto che stava dietro – una Renault Kangoo – a una altrettanto improvvisa sterzata, finendo per invadare la corsia opposta mentre transitava un autocarro.

Schianto inevitabile, per fortuna a bassa velocità, ma la carambola che non finisce perché alle spalle del Kangoo c'era un'altra Fiat Panda, che a sua volta l'ha tamponato centrandolo in pieno. Strada chiusa al transito e traffico in tilt: approfittando del caos, il conducente della prima Panda se ne sarebbe andato senza fermarsi.

Forse perché conscio delle sue responsabilità nel sinistro, non è dato saperlo: sta di fatto che sulle sue tracce sta già operando la Polizia Locale, e potrebbe essere aperta un'indagine per omissione di soccorso. Non pochi i danni ai mezzi coinvolti, ma l'importante è che tutti stiano bene.

Sono stati ricoverati a Gavardo, in codice giallo e subito dimessi, i tre automobilisti coinvolti nell'incidente: un giovane di 30 anni, un 40enne e un 46enne. Adesso si cerca il “pirata” che potrebbe aver scatenato l'incidente e la successiva carambola, e che comunque non si è fermato, come avrebbe dovuto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una brusca frenata, poi la carambola: caccia al pirata della strada

BresciaToday è in caricamento