rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Incidenti stradali Iseo

Morto in scooter, ragazza gravissima: indagini per omicidio stradale

Aperto un fascicolo per omicidio stradale, al momento solo una prassi. In paese lacrime e rabbia per la morte del giovane Nicolò: aveva soltanto 23 anni

Sull’asfalto non ci sono segni di frenata, o di sterzate improvvise: auto e scooter si sono schiantati in mezzo alla strada, intorno a mezzanotte. Rimangono le immagini terribili di quella notte: due giovani a terra, esanimi, e il mezzo a due ruote ridotto in poltiglia, fracassato in mille pezzi. Nicolò e Marta stavano tornando a casa dopo aver passato una serata con gli amici.

La ragazza abita a Chiari, ma è originaria di Villongo. Anche Nicolò è cresciuto sul Sebino, a Viadanica: molto conosciuto in paese, i genitori Flora e Giovanni gestiscono il ristorante Braga. Lo piange anche la sorella Greta, che ha 13 anni. Nelle prossime ore la magistratura deciderà se effettuare o meno l’autopsia.

Un ragazzo pieno di vita, come tutti a quell’età. Appassionato di sport, giocava a calcio a livello amatoriale. Studiava a Brescia, frequentava la facoltà di Economia e Commercio all’università statale. Tanta strada ancora da percorrere: stroncata all’improvviso, in una notte di primavera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in scooter, ragazza gravissima: indagini per omicidio stradale

BresciaToday è in caricamento