Incidenti stradali Sonico

Incidente a Sonico: a 36 ore di distanza, morto anche il secondo motociclista

Lorenzo Ruggeri non ce l'ha fatta e, a 36 ore di distanza dalla morte dell'amco centauro Filippo Zani, è spirato nel reparto Centro Grandi Ustionati di Parma, dov'era stato ricoverato a causa delle ferite riportate nell'incidente

Dopo 36 ore di agonia, il cuore di Lorenzo Ruggeri non ce l'ha fatta: ieri sera ha smesso di battere nel suo letto del reparto Centro Grandi Ustionati di Parma.

Ruggeri segue così la tragica sorte del suo amico Filippo Zani, morto anche lui nel terribile incidente di domenica pomeriggio lungo la Ss 42, a Sonico, mentre percorrevano in moto le strade della Val Camonica.
- Terribile incidente a Sonico: moto avvolta dalle fiamme, muore 24enne


Entrambi i giovani centauri erano originari di San Biagio, piccola frazione di Bagnolo San Vito, nel Mantovano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a Sonico: a 36 ore di distanza, morto anche il secondo motociclista

BresciaToday è in caricamento