Incidenti stradali

Ubriaco in moto uccide madre e figlio: condannato a 8 anni

Si è concluso il processo a Michelangiolo Dusi, il 47enne che nel pomeriggio di Ferragosto aveva travolto e ucciso Annina Breggia e il figlio Mauro Rossi. Il pm aveva chiesto 10 anni, pena ridotta dal giudice

La moto di Dusi dopo l'incidente

Si è chiuso con una condanna a 8 anni il processo - celebrato con rito abbreviato- a carico di Michelangiolo Dusi, il 47enne che lo scorso ferragosto ha investito e ucciso madre e figlio in Via Lamarmora, passando a 130 chilometri orari (in centro abitato) in sella alla sua potente moto Bmw. Al momento dell'incidente l'uomo era ubriaco alla guida: nel suo sangue è infatti stato rilevato un tasso alcolemico tre volte otre il limite consentito. 

Il pubblico ministero aveva chiesto 10 anni di carcere per omicidio stradale: la pena - già ridotta di un terzo, come legge prevede, in funzione del rito abbreviato-  è stata ulteriormente diminuita dal giudice.

Da quasi un anno ormai Dusi è agli arresti domiciliari. Anche lui non si è ancora del tutto ripreso dai traumi del terribile incidente costato la vita alla signora Annina Breggia, di 93 anni, e al figlio Mauro Rossi, di 65.  Le immagini di quel giorno terribile vennero pure diffuse sui social e su Whatsapp da alcuni “sciacalli” che inquadrarono i corpi a terra e i segni dell'incidente: sugli autori del video la Procura aveva aperto un fascicolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco in moto uccide madre e figlio: condannato a 8 anni

BresciaToday è in caricamento