Giovedì, 24 Giugno 2021
Incidenti stradali

Perde un braccio in un incidente: il Comune gli chiede 60mila euro

Matteo Baraldi nel 1999 perse un braccio in un incidente stradale, in sella alla sua moto: i giudici accusarono il Comune di Pozzolengo di incuria, con risarcimento da un milione di euro. Ma oggi la beffa in Appello

Matteo Baraldi (a destra): dopo l'incidente non ha mai smesso di correre

Ha perso il braccio in un tragico e violentissimo incidente stradale, ormai quasi una quindicina d’anni fa. Matteo Baraldi stava percorrendo una strada come tante, in quel di Pozzolengo, quando a causa dell’asfalto bagnato ha perso il controllo della sua moto, è finito contro il guardrail, il suo braccio è stato mutilato di netto.

Da allora una vita che non è facile riprendere, aiutato da una protesi speciale arrivata dall’istituto dedicato di Budrio, lavora nella Polizia Locale di Sirmione. Ma a quasi 15 anni dal tragico impatto il rischio concreto è quello di una beffa.

In primo grado infatti i giudici avevano riconosciuto il risarcimento in suo favore: la strada era pessima, in cattive condizioni, lo stesso guardrail sarebbe stato da risistemare perché già divelto da un precedente incidente.

Un indennizzo ipotetico di quasi un milione di euro, che avrebbe dovuto ‘sborsare’ lo stesso Comune di Pozzolengo. E invece, niente. Con i tempi lenti della giustizia italiana, il ricorso in Appello e la nuova sentenza di giudizio.

Macché colpa del Comune, sembra dire la sentenza. Niente risarcimento, anzi: Matteo Baraldi dovrà pagare di tasca sua le spese processuali, comprese quelle della controparte. Ovvero quasi 60mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde un braccio in un incidente: il Comune gli chiede 60mila euro

BresciaToday è in caricamento