menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Un malore al volante prima dello schianto: muore sul colpo, la figlia si salva

Forse un malore a scatenare la paurosa carambola di giovedì pomeriggio a Rezzato, dove ha perso la vita il 77enne Mario Moretti di Erbusco. Insieme a lui in auto anche la figlia, che si è salvata

Potrebbe essere stato un improvviso malore a scatenare la carambola impazzita che ha provocato l'incidente (quasi) frontale di giovedì pomeriggio a Rezzato, all'incrocio tra la Ss45bis e lo svincolo per l'ex Statale 11. Alla guida della Daihatsu Terios che si è schiantata contro un Tir il pensionato 77enne Mario Moretti di Erbusco, morto sul colpo, di fianco a lui la figlia di 50 anni che avrebbe fatto di tutto per evitare l'impatto.

Dall'altra parte, alla guida di un autoarticolato, un camionista di 62 anni che pare abiti a Paitone: si stava dirigendo con un camion carico di pietre e ghiaia alla Fassa Bortolo tra Castenedolo e Ciliverghe. Moretti è morto sul colpo, sono rimasti feriti – ma non sono in pericolo di vita – sia il camionista che la donna, entrambi ricoverati in ospedale, al Civile e alla Poliambulanza.

Sulla dinamica indaga la Polizia Stradale: l'uomo alla guida dellla Daihatsu si sarebbe improvvisamente accasciato sul volante, perdendo il controllo del mezzo. La figlia in tutti modi avrebbe provato a evitare l'impatto, cercando di sterzare e deviare verso il guard-rail. Ci è riuscita solo in parte, forzando il volante, e così facendo si sarebbe almeno salvata la vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento