Padre e madre morti nello schianto: il dramma della piccola Ale rimasta orfana

Sono morti insieme, nel terribile schianto di sabato sera sulla Statale 42: Manuela Saviori e Mario Cere lasciano la piccola Alessandra, di appena 12 anni

Sono morti insieme, all'uscita della galleria di Forno Allione, a Berzo Demo sulla Statale 42: Manuela Saviori, 54 anni, e il marito Mario Cere, 55. Stavano tornando a casa dopo aver passato la giornata a Edolo, al Lignum Summer Art: stavano tornando dalla loro bambina, la 12enne Alessandra, nella casa di Via Manzoni di Berzo Inferiore dove abitavano da una vita intera. Spezzata troppo presto, ancora una volta: altre due croci sulle strade bresciane.

L'incidente in galleria

L'incidente sabato sera poco dopo le 22. Cere e Saviori erano in sella a una moto Honda R1, e viaggiavano in direzione Capo di Ponte quando si sono schiantati con una Fiat Panda che viaggiava in direzione opposta. Impatto inevitabile: sono rimasti feriti anche gli occupanti dell'auto, entrambi ricoverati in ospedale.

Niente da fare per Manuela e Mario: la donna è stata sbalzata per oltre 15 metri oltre il guard-rail, precipitata fino a fianco del fiume Oglio. Morta sul colpo, come il marito Mario: trascinato per diversi metri sull'asfalto. La sua motocicletta ha preso fuoco. Il mezzo è stato sequestrato dai carabinieri, cui sono stati affidati i rilievi.

La veglia e i funerali

La magistratura ha dato comunque il via libera per la sepoltura: lunedì sera alle 20 sarà celebrata una veglia funebre, nell'abitazione di Via Manzoni, martedì pomeriggio (alle 17) sono invece programmati i funerali, nella chiesa parrocchiale del paese. Erano entrambi molto conosciuti a Berzo Inferiore e dintorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il padre di Mario era stato sindaco, tanti anni fa, morto ormai da tempo: la madre Lucia è stata insegnante. Cere faceva l'operaio alla Dmw di Costa Volpino, Saviori era infermiera all'ospedale di Esine. Entrambi soci degli Amici di San Glisente, per le escursioni in montagna a cui portavano sempre anche la figlia Alessandra. Una vita di passioni: la scultura, la montagna, lo sport e la moto. Tutto finito, in pochissimi istanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

Torna su
BresciaToday è in caricamento