rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Incidenti stradali Desenzano del Garda

Il dramma di Maria Graziella, morta in un frontale: il giudice dispone l’autopsia

L'esame autoptico, disposto dal magistrato, servirà per stabilire se a causare l'improvvisa invasione di corsia sia effettivamente stato un malore, accusato dalla 61enne morta nel drammatico incidente di sabato

Una sbandata improvvisa, l'auto che attraversa la carreggiata, poi il terribile schianto frontale contro un'autocisterna che viaggiava nell'opposto senso di marcia. Un impatto devastante che non ha lasciato scampo all'automobilista: per Maria Graziela Piubeni, 61enne originaria di Medole ma di casa a Desenzano, non c'è stato più nulla da fare.

Il drammatico incidente sabato mattina lungo la Goitese, tra Castiglione delle Stiviere e Desenzano. L'autista del camion, dipendente di una ditta di Piacenza, ha raccontato che l'auto - un Nissan Juke-  sarebbe piombata all'improvviso sull'opposta corsia e lui non avrebbe potuto far nulla per evitare lo schianto. 

Tra le ipotesi più accreditate c'è quella del malore: la 60enne si sarebbe sentita male mentre guidava, perdendo così il controllo dell'auto. Proprio per far luce sulle cause dello schianto, il magistrato ha disposto l'autopsia sul corpo della 61enne che era molto conosciuta nel Mantovano. 

Impiegata da poco in pensione, Maria Graziella Piubeni è stata consigliere di maggioranza a Medole e s'impegnava parecchio per la sua comunità: collaborava, come volontaria, con la biblioteca comunale, e con il sindacato pensionati dello Spi Cgil. La 61enne si era trasferita a Desenzano pochi mesi fa, dopo la morte dei genitori. Lascia il compagno e le sorelle Silvana e Stefania. Ancora da stabilire la data dei funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma di Maria Graziella, morta in un frontale: il giudice dispone l’autopsia

BresciaToday è in caricamento