Lunedì, 15 Luglio 2024
Incidenti stradali Marone

"Ciao Marco, ora viaggia sulle strade del paradiso con la tua mamma"

Per salvare una vita, ha spezzato la sua

Con un gesto istintivo, ma di grande coraggio, ha sterzato per salvare una vita, forse tante vite, ma ha così spezzato la sua: con il suo camion, a Marone, è precipitato per decine di metri nel vuoto cadendo rovinosamente prima sulla ferrovia Brescia-Iseo-Edolo e poi sulla ciclabile Vello-Toline, intrappolato nella motrice, quasi sospesa nel vuoto.

La vittima del drammatico incidente è Marco Frassi, 50 anni di Pisogne, camionista da una vita: stava rientrando verso il paese dopo una prima consegna a Odolo. All'uscita dalla galleria Trentapassi si sarebbe trovato di fronte una Nissan Micra, sul cui conducente sono in corso i doverosi accertamenti: per evitare il frontale ha sterzato verso destro, ma a seguito della collisione con l'auto il mezzo pesante ha sfondato le barriere di protezione ed è precipitato per circa 60 metri.

Il terribile incidente

Il corpo senza vita del 50enne è stato individuato intorno alle 11 all'interno della cabina del camion, ridotta a un ammasso di lamiere. Solo ferite lievi per il 29enne alla guida dell'auto coinvolta nell'incidente. L'allarme è scattato poco prima delle 8: coinvolti nelle operazioni anche due squadre del comando provinciale dei Vigili del Fuoco con autogru in supporto, gli specialisti del Saf (nucleo Speleo-alpino-fluviale) e del Tas (Topografia applicata al soccorso) e Usar. Con loro anche i sommozzatori del nucleo di Milano e gli aereosoccorritori del reparto volo Lombardia, a bordo dell'elicottero Drago, decollato da Milano.

Chi era Marco Frassi

I rilievi dell'incidente sono stati affidati alla Polizia Stradale di Iseo, con il supporto dei Carabinieri della Compagnia di Chiari e Polizia Locale. La centrale operativa di Areu ha inviato sul posto anche l'automedica, l'infermierizzata e due ambulanze dei volontari di Pisogne e Sale Marasino. La salma del povero Marco Frassi è stata ricomposta, a disposizione dell'autorità giudiziaria che potrebbe disporre ulteriori accertamenti: fino ad allora, niente funerale. Lascia nel dolore il padre Carlo, le sorelle Monica e Loretta, gli amati nipoti, il cugino Egidio: lavoravano insieme alla Effetrasporti srl di Pisogne, costituita nel 2020.

A seguito dell'incidente, anche la linea ferroviaria è stata interrotta. Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati alla famiglia, anche da parte dell'assessore regionale ai Trasporti Franco Lucente: “Esprimiamo vicinanza ai familiari dell'autista che ha perso la vita in un drammatico incidente”, si legge in una nota. Ma anche da parte dei tanti, tantissimi amici: “Ciao Marco, ora viaggia sulle strade del paradiso con la tua cara mamma”, si legge su Facebook.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao Marco, ora viaggia sulle strade del paradiso con la tua mamma"
BresciaToday è in caricamento