menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schianto frontale, poi la terribile carambola: due feriti in ospedale

Un altro incidente sulla Manerbio-Leno, all'angolo di una curva già teatro di troppi sinistri: coinvolte due automobile, una si ribalta e l'altra finisce nel fosso. Due feriti, ricoverati in ospedale

La macchina appena uscita dalla concessionaria. E il rischio concreto di un incidente in meno di una mezzora di guida. Sventato, in parte, dal ragazzo alla guida: mentre davanti a sé si consumava l’ennesimo sinistro stradale, in quella che è giudicata una delle strade più pericolose della provincia.

Sulla strada che collega Manerbio a Leno, nella tarda mattinata di mercoledì. Una donna di 63 anni alla guida di una Fiat Panda perde improvvisamente il controllo dell’auto, fino a invadere la corsia opposta. Proprio mentre sopraggiunge l’automobile appena acquistata dalla concessionaria, guidata dal giovane: dietro di lui il padre 56enne, alla guida invece di una Fiat Stilo.

Ma il figlio riesce ad evitare l’impatto. Per il padre invece niente da fare, un violento impatto frontale che si fa carambola, la Panda che finisce fuori strada, nel prato, ma che fa da trampolino alla Stilo che si gira su un lato, dopo un volo di una decina di metri, e finisce ribaltata a metà in mezzo alla carreggiata.

Dalla dinamica dell’incidente si temeva il peggio: la donna, anche lei residente a Leno, è stata trasportata in eliambulanza al Civile di Brescia: per fortuna niente di grave. Ricoverato invece in traumatologia a Manerbio il 56enne alla guida della Stilo. Una strada comunque troppo pericolosa: dalla Polizia Locale fanno sapere che in tempi brevi il limite di velocità sarà ridotto da 90 a 70 chilometri orari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento