menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Capelli (Fonte Facebook)

Andrea Capelli (Fonte Facebook)

Terribile schianto contro un'auto, giovane biker muore in ospedale

Troppo gravi i traumi riportati nell'incidente avvenuto a Malonno: il cuore del giovane ha smesso di battere in ospedale, dopo 20 giorni di agonia

Hanno cercato a lungo di strapparlo alla morte, prima sull'asfalto, poi in ospedale, ma alla fine i medici si sono dovuti arrendere. A distanza di quasi 20 giorni dall'incidente verificatosi a Malonno, il cuore di Andrea Capelli ha cessato di battere. Il 32enne, residente nella Bergamasca ma conosciuto anche in Val Camonica, si trovava nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

L'incidente

L'incidente risale al pomeriggio di martedì 3 settembre. A bordo della sua moto Aprilia stava percorrendo la Strada Statale 42, quando all'altezza dell'incrocio tra Via Gallera e Via Nazionale, ha perso il controllo della due ruote. Forse per evitare un furgoncino, ha sbandato e ha invaso l'opposta corsia, entrando in rotta di collisione con una Volkswagen Golf che viaggiava in direzione opposta.

L’impatto non è era stato molto violento, ma il 32enne era stato comunque sbalzato per diversi metri sull’asfalto. Illesa la conducente della Golf, una giovane mamma incinta di sette mesi. Quando sono arrivati i soccorsi, il 32enne era riverso a terra, privo di sensi.

Era stato rianimato a lungo e poi trasferito in elicottero all'ospedale di Sondalo. Viste le condizioni molto critiche era successivamente stato trasportatao alll'ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dov'è spirato sabato sera.

L'ultimo saluto

Andrea era secondo maître in un prestigioso albergo del lago di Como. Stava rincasando dall'alta Valle, dopo una gita in moto, quando è avvenuto il drammatico incidente. 

Decine di persone hanno gremito la chiesa parrocchiale di Almenno San Bartolomeo, comune bergamasco dove il giovane viveva e dove, martedì mattina, sono stati celebrati i funerali. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento