Il ricordo di Leonardo, morto a 25 anni: "Mancheranno i tuoi occhi pieni di luce"

Sono attesi in tantissimi martedì pomeriggio alle Grezze per l'ultimo saluto a Leonardo Penaccini, morto a 25 anni in un terribile incidente stradale

Leonardo Penaccini

L'Osteria Dal Penna rimarrà chiusa per lutto, per qualche giorno e per chissà quanti ancora. In memoria del giovane Leonardo Penaccini, astro nascente della ristorazione bresciana che da tre anni gestiva il locale in Piazza Aldo Moro alle Grezze che in passato aveva gestito anche suo padre. Morto sul colpo, nel terribile incidente di sabato mattina in località Ca' Bianca, a poche centinaia di metri da casa.

Il terribile incidente

Era appena uscito per andare proprio in osteria, per aprire il locale in tempo per le colazioni, alle 7: verso le 5.30 è finito fuori strada, in curva, a bordo della sua vecchia Golf grigia è precipitato nella scarpata, un volo di quasi cinque metri che non gli ha lasciato scampo. Ha concluso la sua folle corsa di nuovo sull'asfalto, l'automobile completamente distrutta in un groviglio di lamiere, lui sbalzato fuori dall'abitacolo. Niente da fare, niente di niente.

I funerali saranno celebrati martedì pomeriggio proprio alle Grezze, il quartiere dove abitava, alle 16 nella chiesa parrocchiale di Sant'Angela Merici. Il corteo partirà dalla sua abitazione di Via Menasso, e dopo la funzione proseguirà per il tempio crematorio di Brescia.

Classe 1993, Penaccini avrebbe compiuto 26 anni il prossimo ottobre. Un ragazzo pieno di vita, con tanta voglia di fare: aveva coronato il suo sogno, gestire il locale che fu del padre, dopo qualche anno all'estero, tra Londra e Tenerife. Amava la vita, lo sport, le serate con gli amici. Ma aveva tempo anche per dedicarsi al sociale, faceva il volontario per l'Anffas.

Il tempo del ricordo

Sono attesi in tantissimi per l'ultimo saluto. Così come in tanti, tantissimi hanno voluto lasciare un ricordo sui social, su Facebook e Instagram. “E' difficile credere sia successo davvero – scrive Sabrina – Grazie per tutti i momenti belli passati insieme”. E poi Dario: “Il dolore mi attraversa e non riesco a fermarlo. Mi scava dentro, lasciando un vuoto incolmabile”. E ancora Ambra: “Non ci sono parole, solo tanta tristezza. Il tuo sorriso mancherà a tutti, insieme ai tuoi occhi sempre pieni di luce e gioia”. E' il tempo del ricordo, dell'amaro ricordo per quello che non ci sarà più.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Donna trovata morta nel canale: potrebbe essere stata uccisa

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Uccisa e fatta a pezzi dal marito: "Conosceva il suo tragico destino"

Torna su
BresciaToday è in caricamento