Incidenti stradali Iseo

Morto nell'incidente, lo strazio di mamma e papà: "Un ragazzo d’oro, amava la vita"

C'è dolore e sconcerto a Solza, comune della provincia di Bergamo, per la tragica scomparsa di Leonardo Brioni, l'ingegnere di 24 anni morto in un incidente stradale a Clusane d'Iseo nella notte tra venerdì e sabato.

Sembrano non esserci dubbi sulla dinamica dello schianto: Leonardo ha fatto tutto da solo, perdendo il controllo della sua Ford Fiesta sul rettilineo di via Risorgimento, in prossimità della curva che si incontra verso destra. A quel punto l'auto ha sbandato invadendo la corsia opposta, fino a schiantarsi contro un palo della luce a lato della carreggiata: l'impatto è stato terribile (la velocità era elevata), l'auto si è accartocciata su se stessa e per il 24enne non c'è stato nulla da fare. 

Leonardo viveva tra la provincia di Brescia e quella di Bergamo, un po' con il padre Osvaldo - di casa a Corte Franca - e un po' con la madre Daniela nel suo paese natale. "Ha preso la laurea in Ingegneria ambientale a luglio al Politecnico di Milano e stava iniziando la sua carriera professionale - ricorda la mamma a L'Eco di Bergamo –, viveva un po’ con me e un po’ con suo padre nella Franciacorta, ma ha vissuto anche a Milano durante gli studi, per un periodo anche in Città Alta. Leonardo aveva tanti amici che gli volevano bene, era un ragazzo d’oro e amava la vita".

Questa sera, alle 20.30, è prevista la veglia funebre a Solza, mentre le esequie saranno celebrate lunedì alle 14.30 nella parrocchiale di San Giorgio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto nell'incidente, lo strazio di mamma e papà: "Un ragazzo d’oro, amava la vita"

BresciaToday è in caricamento