rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Incidenti stradali Leno

Ragazzina morta sul colpo nell'incidente: convalidato l'arresto del fidanzato

Il giudice ha convalidato l’arresto del 21enne di Leno

Ieri il giorno più difficile: la comunità di Leno ha dovuto dire addio a Irene Zani, la cui vita è stata tragicamente spezzata, a 17 anni, in un drammatico incidente stradale. Un dolore profondo e indicibile che si somma allo sgomento per la convalida dell’arresto del fidanzato della giovanissima vittima: il ragazzo di soli 21 anni, anche lui di casa a Leno, finirà ai domiciliai per omicidio stradale. A deciderlo è stato il giudice, dopo l’interrogatorio avvenuto nelle scorse nella stanza della clinica Poliambulanza di Brescia, dove il 21enne è stato ricoverato per le ferite - non di grave entità -  e il fortissimo shock riportato nell’incidente.

Uno schianto, avvenuto nella notte tra sabato e domenica lungo la A21, che ha distrutto due famiglie, quella della povera Irene, ma anche quella del fidanzato che quella maledetta notte guidava ubriaco la Clio. Stando ai test effettuati in ospedale il suo tasso alcolemico era infatti doppio rispetto al consentito: questa la ragione che ha portato gli inquirenti ad arrestarlo per omicidio stradale.

A quanto si apprende, il 21enne avrebbe risposto alle domande del giudice, spiegando le cause all'origine dell'incidente. Sarebbe stata una disattenzione ad innescare la sbandata improvvisa, che ha poi proiettato l’utilitaria contro il guardrail. Un impatto devastante che non ha lasciato scampo alla 17enne, morta sotto gli occhi del fidanzato. Una distrazione fatale che, oltre ad avere spezzato per sempre la vita di Irene, segnerà per sempre quella del ragazzo, disperato per aver provocato la morte del suo giovane amore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzina morta sul colpo nell'incidente: convalidato l'arresto del fidanzato

BresciaToday è in caricamento