Incidenti stradali

Folle gara sulla Provinciale tra zio e nipote: il giovane era positivo alla cocaina

Folle gara tra parenti sulla Provinciale, in mezzo alla nebbia: il nipote 25enne è risultato positivo alla cocaina, rischia fino a 1 anno di carcere

Rischia fino a 1 anno di carcere il 25enne marocchino di casa a Barbariga che, l'11 febbraio scorso, aveva provocato un incidente stradale sulla Strada Provinciale VII, in territorio di Leno, mentre a quanto pare aveva ingaggiato una folle corsa con lo zio di 45 anni, nonostante ci fosse la nebbia. Le due auto, entrambe Volkswagen, erano finite per scontrarsi dopo una serie di sorpassi azzardati e pericolosi: nella carambola era rimasta coinvolta una terza vettura, una Golf, la cui conducente era stata ricoverata in ospedale a Manerbio.

I rapidi accertamenti della Polizia locale di Leno hanno permesso di ricostruire la dinamica del sinistro, che sarebbe stato appunto causato dalla gara tra i due parenti. Allo zio 45enne è stata ritirata la patente per guida pericolosa: oltre a questo era stato multato perché il suo mezzo era sia senza assicurazione che senza revisione.

E' andata peggio al nipote 25enne: i rilievi tossicologici hanno infatti permesso di verificare la sua positività alla cocaina. Inevitabile dunque il ritiro della patente, la denuncia penale e tutte le conseguenze che ne verranno: una multa salatissima, fino a 6mila euro, e un processo dove rischia fino a 1 anno di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle gara sulla Provinciale tra zio e nipote: il giovane era positivo alla cocaina

BresciaToday è in caricamento