rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Incidenti stradali

Ragazzo ubriaco investe e uccide una donna: è indagato per omicidio stradale

Dramma sulla Strada provinciale, investita e uccisa

Travolta e uccisa in bicicletta mentre tornava a casa: è morta così la 41enne Katiuscia Sordi, vittima di un tragico incidente nella notte tra martedì e mercoledì sulla Strada provinciale 84 in zona di Regona, frazione di Pizzighettone (dove la donna abitava). Sulla dinamica non ci sarebbero ormai più dubbi: i carabinieri hanno già indagato, per omicidio stradale, il 29enne alla guida dell'auto che l'avrebbe investita, una Peugeot 308. Il ragazzo abita a Soresina, municipio del Cremonese a pochi chilometri dai confini bresciani, e sarebbe risultato positivo all'alcol test. Aveva appena passato la serata con gli amici.

E' stato proprio lui il primo ad allertare i soccorsi, intorno alle 3: all'arrivo di ambulanza e automedica però non c'era più niente da fare. Katiuscia Sordi sarebbe morta sul colpo: l'automobilista avrebbe riferito agli inquirenti di non aver visto la giovane donna in bicicletta, in un tratto di strada assai poco illuminato. 

Il commosso ricordo della sorella

Non c'è stato bisogno nemmeno di eseguire l'autopsia. La salma è già a disposizione della famiglia: l'ultimo saluto, con cerimonia laica, alla camera mortuaria dell'ospedale di Cremona fino alle 12.30 di venerdì. Il commosso ricordo della sorella Greta: "Voglio ricordarti così, ancora non ci credo. Ora sarai vicino a papà e al tuo Vale. Non si può morire così, la vita è ingiusta. Rimarrai sempre nei nostri cuori". Solo un paio d'anni fa, e in poco tempo, Katiuscia Sordi aveva perso il padre e il compagno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo ubriaco investe e uccide una donna: è indagato per omicidio stradale

BresciaToday è in caricamento