rotate-mobile
Incidenti stradali Rezzato

Morto mentre tornava a casa dal lavoro: i bambini lo aspettavano per andare al parco

Famiglia distrutta: lascia moglie e 3 figli

"Possa tu raggiungere il nirvana, fratello Prasanna": così gli amici di Herath Mudiyanselage Prasanna Sanjeewa, morto mercoledì pomeriggio a soli 46 anni sulla tangenziale Ss45bis, mentre tornava a casa dal lavoro. L'incidente all'altezza di Mazzano, a pochi chilometri da casa (Herath Sanjeewa abitava a Rezzato): la sua auto, una Fiat Punto, ha improvvisamente sbandato in curva invadendo la corsia opposta di marcia, proprio mentre sopraggiungeva un'Audi Q2, in direzione opposta.

Impatto violentissimo, inevitabile e purtroppo fatale: il 46enne è morto sul colpo. E' stato liberato dalle lamiere dai Vigili del Fuoco, ma i soccorritori non hanno potuto fare altro se non dichiararne il decesso. E' finito in ospedale anche il conducente dell'Audi, un 31enne residente a Gavardo: le sue condizioni non sono gravi.

Il dolore di moglie e figli

Herat Sanijeewa aveva appena finito di lavorare, in un ristorante sul lago di Garda. Dunque si stava dirigendo verso casa, dove lo aspettavano la moglie e i suoi 3 figli piccoli, di età compresa tra i 4 e gli 8 anni: tutti insieme sarebbero dovuti andare al parco, quel pomeriggio. Originario dello Sri Lanka, da tempo abitava nel Bresciano dove si stava costruendo un futuro, per sé e soprattutto per la sua famiglia. Fino al tragico epilogo di una vita spezzata troppo presto.

La salma ora riposa nella casa funeraria La Cattolica di Via Giovanni XXIII a Rezzato: visite consentite tutti i giorni dalle 8 alle 19.30. In attesa della cerimonia funebre: l'ultimo saluto a Herat Sanijeewa sarà celebrato con rito buddista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto mentre tornava a casa dal lavoro: i bambini lo aspettavano per andare al parco

BresciaToday è in caricamento