Incidenti stradali

Precipita nel burrone per quasi 100 metri: morto il ristoratore Giuseppe Pace

Aveva solo 52 anni Giuseppe Pace: era il gestore dell’agriturismo Val d’Egoi di Tremosine. E’ precipitato nel vuoto sul Passo Nota di Limone: per lui non c’è stato niente da fare

Giuseppe Pace (fonte Facebook)

Un’altra tragedia nei primi giorni della Fase 2: il 52enne Giuseppe Pace, noto ristoratore gardesano, è precipitato nel vuoto per quasi un centinaio di metri a bordo della sua Toyota Land Cruiser, domenica pomeriggio lungo il Passo Nota in territorio di Limone, quasi al confine con il Trentino. Per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare: i soccorritori hanno recuperato il corpo ormai senza vita in un crepaccio.

L’allarme è stato lanciato poco dopo le 16.30, quando un altro automobilista si sarebbe accorto dell’improvvisa sbandata della jeep di pace, mentre percorreva una strada sterrata in una zona impervia. Non è chiaro il motivo che ha scatenato l’incidente: forse una distrazione, oppure un malore. Perché Giuseppe Pace, classe 1967, conosceva bene quei luoghi.

Un volo nel vuoto di quasi 100 metri

Pare infatti stesse raggiungendo una baitina in un terreno di sua proprietà. Non è stato facile né trovare né recuperare il corpo dell’uomo. Sul posto sono stati mobilitati i Vigili del Fuoco e i volontari della Protezione civile, gli uomini del Soccorso alpino e l’elicottero decollato da Sondrio. Dopo vari sorvoli il cadavere è stato individuato già dal burrone, a quasi 100 metri dalla strada da cui è precipitato.

Ancora più in basso, invece, la sua automobile (che al momento è rimasta là). I tecnici del Soccorso alpino, calati direttamente dall’elicottero, hanno issato il corpo con il verricello, per poi riportarlo a valle. Nelle ore successive, come da prassi, si sono svolti gli accertamenti medico-legali. Difficilmente verrà disposta l’autopsia.

Ristoratore e appassionato agricoltore

Giuseppe Pace era molto conosciuto in tutto l’alto Garda, e oltre. Noto come Beppe, gestiva lo storico agriturismo Val d’Egoi in località Bondo, a Tremosine. Specialista di manicaretti nostrani, era anche un appassionato cultore della terra: aveva i suoi olivi, le sue piccole produzioni di ortaggi e frutti di bosco. Lo piangono la moglie e la giovane figlia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita nel burrone per quasi 100 metri: morto il ristoratore Giuseppe Pace

BresciaToday è in caricamento