Fa inversione e investe motociclista, chi è la vittima

Dopo lo schianto la donna al volante si è allontanata in preda al panico

Fonte: Facebook

Una giovane vita terminata sull'asfalto bollente di una strada affollata. La vittima dello schianto verificatosi nel pomeriggio di ieri lungo la Strada Statale 42 della Valle Camonica è Manuele Mondini, 26enne di Gianico. A nulla è servito l'intervento di due ambulanze e dell'elicottero levatosi in volo dal Civile, il cuore del giovane ha smesso di battere poco dopo l'incidente. 

A distanza di poche ore dalla tragedia sarebbero confermate le prime ricostruzioni dell'accaduto. A bordo dell'automobile - una Toyota Yaris - che ha investito la Yamaha di Manuele c'era una donna residente a Darfo. Dopo la sosta presso l'area di servizio Tamoil di Esine si è reimmessa nella Statale per poi fare subito inversione di marcia per evitare la coda. 

L'impatto non ha lasciato scampo al 26enne. Dopo aver realizzato la gravità dell'incidente, in preda al panico, la donna si è allontanata. Solo grazie alle testimonianze di altri automobilisti i carabinieri l'hanno rintracciata: la sua posizione è al vaglio degli inquirenti che lavorano al caso, se la dinamica verrà confermata, potrebbe essere chiamata a rispondere del reato di omicidio stradale.

La salma di Manuele è stata trasferita presso l'ospedale di Esine; i familiari attendono il nulla osta del magistrato per poterla riportare a casa e stabilire la data del funerale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento