menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schianto in moto, muore padre di famiglia: lascia la moglie e un giovane figlio

E' morto a più di 200 chilometri da casa l'ex operaio Giambattista Cerutti, da poco in pensione: si è schiantato in moto tra Primiero e Feltre

E' morto a più di 200 chilometri da casa, sul confine tra Veneto e Trentino sulla strada che dalla valle di Primiero porta a Feltre: in sella alla sua moto si è schiantato contro un muretto laterale della carreggiata, forse subito dopo un sorpasso. Si sono rivelati inutili purtroppo i disperati tentativi di rianimarlo: Giambattista Cerutti è morto sul colpo.

Aveva 57 anni, ex operaio alla Sil (Società Italiana Lastre) di Verolanuova, il paese dove abitava, e da poco andato in pensione: originario di Manerbio, ormai da anni viveva a Cadignano. La notizia ha sconvolto una comunità intera, i suoi colleghi di lavoro in fabbrica, i suoi familiari: lo piangono la moglie Mariangela e il giovane figlio Mattia.

Non sono ancora state comunicate le date del funerale. Della ricostruzione dell'accaduto se ne stanno occupando i carabinieri. Pare comunque che Cerutti abbia fatto tutto da solo: non risultano infatti altri mezzi coinvolti nell'incidente.

A dare l'allarme per primi alcuni automobilisti di passaggio. Sul posto oltre all'ambulanza e all'automedica è atterrato anche l'elisoccorso, ma non c'è stato niente da fare. La moto per lui era una grande passione: tante volte la domenica usciva da solo, per godersi il vento e la strada, un senso di libertà. Fino al suo ultimo e tragico viaggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento