Incidenti stradali

Tragico schianto in galleria: quattro ragazzi sono ancora gravissimi

Sono gravi le condizioni dei 4 ragazzi coinvolti nello schianto

Alberto e Alessandro di Lumezzane, Gianluca e Sara di Predore e Cologne: sono i quattro ragazzi sopravvissuti al pauroso schianto di venerdì notte sulla Sp510, alla galleria Covelo di Iseo, in cui hanno perso la vita (morti sul colpo) i fidanzati Elisa Ravizzola, 27 anni, e Andrea Fanti, 29. I quattro feriti sono ricoverati al Civile, alla Poliambulanza e al Papa Giovanni di Bergamo.

Le condizioni dei ragazzi feriti

Con il passare dei giorni le loro condizioni sembrano essersi stabilizzate, ma è ancora presto affinché siano dichiarati fuori pericolo. A fronte di un cauto ottimismo, è bene ricordare che sono ancora tutti e quattro ricoverati in Rianimazione. Alberto e Alessandro erano a bordo della Seat Leon in cui a bordo c'erano anche Elisa e Andrea: secondo quanto ricostruito dalla Polizia Stradale, i due fidanzati erano seduti sui sedili posteriori.

Gianluca e Sara, invece, erano a bordo del Ford Transit che viaggiava in direzione opposta: per cause ancora in corso di accertamento, uno dei due mezzi ha invaso la corsia opposta scatenando così il terribile schianto frontale. Era passata da poco la mezzanotte: nel sinistro è rimasta coinvolta anche un'altra vettura, una Volvo, ma gli occupanti hanno riportato solo ferite lievi.

I funerali di Elisa e Andrea

Intanto le comunità di Lumezzane e Villa Carcina si stringono alle famiglie per l'ultimo saluto a Elisa e Andrea. Abitavano insieme a Lumezzane: le salme riposano alla casa di riposo Villa dei Pini a Villa Carcina, dove Elisa lavorava: i funerali saranno celebrati lunedì pomeriggio nella chiesa parrocchiale dei santi Emiliano e Tirso. I due giovani fidanzati lasciano i genitori Nadia con Piero e Viviana con Sergio, i fratelli Laura e Alessandro con Monica, i nonni Maria con Luigi, Rosa con Rocco, Gino con Angela e Piera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico schianto in galleria: quattro ragazzi sono ancora gravissimi

BresciaToday è in caricamento