Venerdì, 6 Agosto 2021
Incidenti stradali

Una vita nei campi prima di una morte crudele: l'abbraccio del paese al povero Franco

Aveva 83 anni Franco Galuppini, morto lunedì sera mentre stava tornando a casa: la sua auto è finita in un fosso e lui è rimasto intrappolato all'interno

Foto d'archivio

E' stato un parente ad accorgersi dell'auto di Franco Galuppini, sommersa per metà in un fosso pieno d'acqua in Via Fienilungo a Visano, a poche centinaia di metri da casa: intorno alle 19 aveva lasciato gli amici del bar di Isorella che era solito frequentare, dirigendosi a bordo della sua Fiat Punto verso la cascina di famiglia. Dove non è mai arrivato: i familiari, preoccupati del suo ritardo, sono usciti a cercarlo e hanno allertato il 112. A poca distanza, purtroppo, la tragica scoperta.

Galuppini aveva 83 anni: dopo una vita dedicata all'agricoltura, nell'azienda di famiglia, si stava godendo la meritata pensione. Molto conosciuto a Visano e non solo per la sua lunga carriera da agricoltore: in passato era stato anche consigliere comunale, e uno dei suoi nipoti è l'attuale vicesindaco.

Intrappolato nella sua auto, muore annegato

L'anziano sarebbe annegato rimanendo incastrato nell'abitacolo: all'arrivo dei soccorsi, intorno alle 22, per lui purtroppo non c'era già più niente da fare. I rilievi sono stati affidati alla Polizia Stradale: sul posto, oltre ad ambulanza e automedica, anche una squadre dei Vigili del Fuoco.

La magistratura a poche ore dall'incidente ha dato il nulla osta alla sepoltura: i funerali saranno celebrati giovedì pomeriggio nella chiesa parrocchiale del paese. Mercoledì pomeriggio, alle 17.30, è in programma una veglia funebre. Franco Galuppini lascia la moglie Lucia, le figlie Rina, Amneris e Daniela, i generi Diego, Claudia e Domenico, gli amati nipoti Stefano con Chiara, Davide, Andrea, Luca e Valentina, la sorella Lidia, i fratelli Gianni e Walter.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita nei campi prima di una morte crudele: l'abbraccio del paese al povero Franco

BresciaToday è in caricamento