Incidenti stradali Via Malta

Sulla Caffaro curva fatale per Ervin, il centauro amato da tutti

Brescia: è morto dopo giorni d'agonia Ervin Zequiri, centauro 34enne caduto dalla sua moto alla curva 'maledetta' della Caffaro, sulla Statale 237, all'altezza di Bagolino. In attesa dei funerali

Il suo cuore ha smesso di battere, domenica mattina. Dopo un’agonia che pareva infinita, che pareva rimandare purtroppo un destino già segnato. Fatale quello schianto, sulla Provinciale del Caffaro all’altezza di Bagolino, in sella alla sua moto.

Si chiamava Ervin Zeqiri, 34enne di origini albanesi ma ormai orgogliosamente bresciano. Da 30 anni in Italia, amato da tutti per simpatia e bontà. Fidanzato da qualche mese, con una connazionale ormai promessa sposa. Una vita stroncata da uno scontro fatale.

La chiamano la curva maledetta. Sulla Statale 237, la via del Caffaro. Proprio in quell’attimo velocissimo, Ervin ha perso il controllo della sua due ruote. Una Ducati 1098: una moto potente e veloce.

Non c’è stato niente da fare. Domenica mattina i suoi occhi si sono chiusi per sempre, l’agonia è finita. Tantissimi amici lo ricordano su Facebook: "Ervin era una persona fantastica, troppo buona e generosa, forse anche troppa... forse per questo tutti gli volevamo e gli volevano bene!!!", scrive Emanuele. "Ora sei un angelo - commenta invece Franca - veglia sui tuoi genitori e su tutte le persone che ami. Ciao, eri un ragazzo d'oro". Lascia gli adorati genitori, mamma Bukurie e papà Muhedin. In attesa dei funerali, che partiranno da Brescia, da Via Malta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulla Caffaro curva fatale per Ervin, il centauro amato da tutti

BresciaToday è in caricamento