Martedì, 15 Giugno 2021
Incidenti stradali

Il dolore per la morte di Lorenzo Corioni: ”Ci mancherà il tuo sorriso”

La notizia della scomparsa di Lorenzo Corioni, il 23enne che ha perso la vita all'alba di venerdì mattina nel tragico incidente stradale avvenuto sulla Sp 11 di Rovato, ha sconvolto la comunità di Zocco di Erbusco e le associazioni ambientaliste delle quali il giovane faceva parte.

Ci mancherà il tuo sorriso, la tua voglia di vivere, la tua dedizione per l'ambiente e per gli altri, l'entusiasmo che hai donato a tutti noi. (…). Oggi è difficile pensare di dover proseguire senza di te, ma nel tuo ricordo ci impegneremo a far camminare gli ideali in cui credevi.
Continua a sorridere Lorenzo... “ 

Con questo post, condiviso sul diario Facebook di Lorenzo, il circolo bresciano di Legambiente ha voluto ricordare e dire addio al 23enne che ha perso la vita all'alba di venerdì mattina nel tragico incidente stradale avvenuto sulla Sp 11 di Rovato. Sono stati in molti a voler rammentare e raccontare Lorenzo su Facebook, condividendo struggenti messaggi d'addio: dagli  gli amici agli attivisti con i quali il giovane aveva condiviso ideali e battaglie.

Le lotte per la difesa dell'ambiente e dei più deboli erano il fulcro della vita del giovane di Zocco di Erbusco, stimato dalla comunità per l'entusiasmo, la solarità e la disponibilità nei confronti degli altri. Una passione, quella per la difesa dell'ambiente, che il giovane studente franciacortino aveva ereditato dal papà Mario Corioni, fondatore e presidente del circolo Legambiente "Ilaria Alpi" di Erbusco.

Nella sede bresciana dell'associazione ambientalista Lorenzo aveva, invece, svolto il servizio civile volontario, mettendo tutte le sue energie nella campagna contro il nucleare, dopo aver conseguito la maturità scientifica al liceo Leonardo. Terminato il servizio civile era diventato un volontario attivo e un punto di riferimento per molti. Il “baffo” o il “Curio”, come era soprannominato affettuosamente dagli amici, era iscritto alla facoltà di Economia e gestione aziendale di Brescia e lavorava in un'impresa di pulizie.

La frazione di Zocco è sotto choc e si è stretta intorno alla famiglia del 23enne: ai genitori, entrambi impiegati alle Poste, e alla sorella Sara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dolore per la morte di Lorenzo Corioni: ”Ci mancherà il tuo sorriso”

BresciaToday è in caricamento