Incidenti stradali Berzo Demo

Ucciso da un’auto: Damiano lascia nel dolore genitori, sorella e fidanzata

In agosto avrebbe compiuto 38 anni

La sua pagina Facebook era aggiornata quasi ogni giorno, o almeno ogni volta che c'era da raccontare di un viaggio in sella: percorsi, fotografie, i chilometri fatti e quelli ancora da fare. Non sarà più così, purtroppo, per il tragico epilogo della sua ultima corsa in bicicletta: Damiano Bianchi, 37 anni, è morto domenica mattina a Schilpario mentre percorreva la Sp294, la Strada provinciale della Val di Scalve.

Il tragico incidente sulla Strada provinciale

Era in giro con gli amici dello Gnani Bike Team di Braone, erano partiti tutti insieme dalla Valcamonica - Damiano Bianchi abitava a Berzo Demo. Mentre stavano percorrendo la Provinciale, Bianchi si sarebbe trovato di fronte un suv che in quel momento stava svoltando a sinistra: non ha potuto evitarlo, è stato sbalzato sul cofano e poi rovinosamente sull'asfalto. Troppo gravi le ferite riportate, è morto sul colpo.

È stato soccorso da un'ambulanza della Croce Rossa e dall'elicottero decollato da Bergamo: ma come detto per lui non c'era già più niente da fare. Illeso ma sotto shock il conducente del veicolo: la Procura ha già aperto un fascicolo per omicidio stradale, i rilievi sulla dinamica sono stati affidati agli agenti della Polizia Locale.

Tra poche settimane il suo compleanno

Al termine dei dovuti accertamenti, la salma è già stata riconsegnata alla famiglia. Ora riposa alla Casa funeraria delle onoranze funebri Linea Verde di Sellero: il funerale sarà celebrato martedì pomeriggio, alle 17, nella chiesa parrocchiale di Berzo Demo. Damiano Bianchi lascia nel dolore i genitori Marinella e Bortolino, la sorella Eleonora, le nipotine, la fidanzata Silvia. Faceva l'autista di autobus per la Fnma Autoservizi: in agosto avrebbe compiuto 38 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso da un’auto: Damiano lascia nel dolore genitori, sorella e fidanzata
BresciaToday è in caricamento