Incidenti stradali

Uccisi da un masso sulla strada per Bondo: 900.000 € alla vedova

Dodici anni fa un masso travolse l'auto guidata da Roberto Bonfanti, uccidendo lui e i suoi due figli di 10 e 6 anni. Il Comune di Colzate dovrà ora versare 902.500 euro alla vedova Loredana Ghilardi

L'auto schiacciata dal masso

Dodici anni anni fa, un masso di 15 tonnellate staccatosi dalla montagna a lato della provinciale per Bondo, in territorio comunale di Colzate, travolse l’utilitaria su cui viaggiavano Roberto Bonfanti, 39 anni, e i due figli Fabio e Andrea (10 e 6 anni). Una disgrazia terribile: i tre morirono sul colpo.

Ora, dopo otto anni di causa civile, il Tribunale di Bergamo ha condannando il Comune a risarcire la vedova Loredana Ghilardi con un importo di 902.500 euro, a cui si aggiungeranno i 40.000 euro delle spese di causa.

Ancora non si conoscono le motivazioni della sentenza ma, seppur sia stato individuato un responsabile sul piano civile, su quello penale non ci sono colpevoli. Per i giudici, dunque, la disgrazia dell'11 maggio 2002 resta una tragica fatalità. Grazie a una polizza assicurativa sottoscritta con la "Milano", che prevede un massimale pari a un milione di euro, l’Amministrazione di Colzate riuscirà a coprire per intero la somma stabilita dal Tribunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisi da un masso sulla strada per Bondo: 900.000 € alla vedova

BresciaToday è in caricamento