Investe un bimbo e scappa, il giudice non convalida l'arresto della ragazza: "Ero nel panico"

La versione fornita al gip dalla 22enne che, al volante della sua Fiat 500, ha investito il passeggino sul quale si trovava un bimbo di due anni

Il luogo dell'incidente a Coccaglio

Non si è avvalsa della facoltà di non rispondere la ragazza di 22 anni che, nella mattinata di martedì, ha travolto sulle strisce pedonali, il passeggino sul quale si trovava un bimbo di soli due anni. Durante l’interrogatorio di convalida dell’arresto, al gip ha ribadito quanto già detto nei giorni scorsi agli agenti della polizia locale del corpo intercomunale di Montoforano: cioè di non essersi accorta di aver colpito un passeggino.

"Non vedevo nulla a causa del vetro appannato”. La giovane si sarebbe accorta di aver colpito qualcosa, ma “pensavo fosse un paletto” aveva detto agli agenti che l’hanno arrestata nella notte tra martedì e mercoledì. Durante l’interrogatorio, la 22enne ha poi aggiunto: “Ero nel panico perché pensavo di aver rotto l’auto e per questo non mi sono fermata a vedere”.

Al termine della deposizione in tribunale, il gip di Brescia Christian Colombo ha deciso di non convalidare l'arresto, perché pare non abbia ravvisato il requisito della flagranza di reato, facendo così decadere anche i domiciliari. Resta indagata con l'accusa di lesioni stradali gravi e omesso soccorso.

La dinamica dell'incidente

Tutto è accaduto verso le 8.30 di martedì mattina: stando a quanto ricostruito, la madre del piccolo stava attraversando la strada, sulle strisce pedonali, quando è sopraggiunta la Fiat 500, diretta a Rovato: l'utilitaria ha colpito in pieno il passeggino dove si trovava il figlioletto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Il bimbo è stato sbalzato per più di 5 metri, battendo la testa sull'asfalto. Le sue condizioni sono apparse immediatamente critiche: intubato sul posto, è poi stato trasferito in elicottero all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Non è ancora stato dichiarato fuori pericolo ed è ancora in coma indotto: nelle prossime ore i medici del nosocomio bergamasco potrebbero decidere di svegliarlo.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Coronavirus, allarme contagi di ritorno: 7 ragazze positive dopo una vacanza

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento