Incidenti stradali

Tragico schianto, muore in autostrada: il figlio lo scopre mentre è fermo in coda

Addio a Luigina Belotti, titolare del locale notturno "Geena's club" di via Piave

Foto d'archivio

Luigina "Gina" Belotti è morta all'età di 67 anni, dopo essere stata coinvolta in un terribile incidente sull'autostrada A4. A Paderno la conoscevano in tanti: da oltre  30 anni - infatti - gestiva il noto locale notturno "Geena's club" di via Piave. Era però di casa nella Bergamasca, a Chiuduno.

La tragedia

Venerdì notte, verso 22, la 67enne aveva da poco imboccato l'A4 a Grumello, quando - 800 metri circa prima dell'uscita di Ponte Oglio - la sua Smart si sarebbe scontrata con una Renault Megane (al volante c'era un 51enne di Rovato, ora denunciato per omicidio stradale). A seguito dell'impatto, l'auto della donna è andata fuori controllo e, dopo una carambola impazzita e una serie di testacoda, si è fermata lungo la corsia di sorpasso.
All'arrivo del soccorso medico per lei non c'era già più nulla da fare. Anche l'automobilista bresciano si è subito fermato per prestare aiuto: è stato trovato in stato di shock dai sanitari.

Un dramma reso ancora più grande dal fatto che, fermo in coda a causa dell'incidente, c'era Manuel, il figlio della donna (i due gestivano insieme il locale di Paderno). Non riuscendo a contattare la madre al telefono, ha chiamato il 112 che gli ha confermato il coinvolgimento di Luigina nel sinistro. È quindi sopraggiunto sul posto utilizzando la corsia d'emergenza, dov'è poi avvenuta la terribile scoperta. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico schianto, muore in autostrada: il figlio lo scopre mentre è fermo in coda

BresciaToday è in caricamento